IL NOSTRO CUSTOMER SERVICE È ATTIVO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE 9 ALLE 13

La sicurezza di un intermediario

Vendi e acquista in tutta sicurezza con la garanzia dell’intermediazione di VendereQuadri Shop.

Vuoi saperne di più?

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle gallerie, gli artisti e sulle nuove opere in vendita.

Gigantja

Artista: Alberto Sordi

Artist rating: 7,5

Dimensioni: 50x50 cm

Tecnica: Tecnica Mista su tela

Certificato di autenticità: No

Cod. Opera: 102736

700,00 €

Disponibilità: Disponibile

Il titolo ha origine dal nome del colossale complesso megalitico di Gigantija, situato nell’isola maltese di Gozo. Sotto le mura di un’imponente città arcaica, formata da nuraghi, bassorilievi catari, Moai dell’Isola di Pasqua, torri arabe e svedesi, si aggirano amazzoni e guerrieri titanici. Il simbolismo usato si riferisce non solo alle antiche popolazioni sarde ma anche a tutto un mondo atavico, nel quale erano presenti anche popoli di giganti, che comprende celti, costruttori di labirinti e abitatori dell’isola coreana di Jeju, dove ritroviamo nuraghi e statue del Great Father (il Grande Padre) come in Sardegna.


O

Chiedi informazioni ad un esperto

Spedizioni

La transazione avviene nella massima sicurezza del venditore e dell'acquirente, siamo noi a farci carico della conformità (provenienza, autenticità, stato di conservazione) dell'opera e ad occuparci della spedizione.

Bio dell'artista
La mia attività artistica inizia negli anni ’80 con disegni e dipinti surrealisti; sempre in questo periodo creo i primi collages su carta e cartoncino, compongo libri con la tecnica del cut-up e sperimento la scrittura automatica. La mia ricerca artistica si fonda adesso sul principio del Kaos e si concretizza in collages visionari polimaterici, ottenuti dall’unione d’immagini, ingranaggi, relitti di meccanismi e oggetti trovati, incollati su legno o tela, nei quali descrivo l’alienazione sociale e spirituale della nostra epoca. Oltre ad avere predisposto varie Personali ho partecipato a numerose mostre in Italia e all'estero come Kyoto Biennale 2003 ( a cura di Shozo Shimamoto). “En Route“, Foyer Centro Salvador Allende, La Spezia; Gallery Jay, Seul, Corea del Sud. “5° SOAF (Seoul Open Art Fair)”, stand Na Gallery, COEX Convention Hall, Seul, Corea del Sud. “Limbo 13”, a cura di Consuelo Giorgi, Crypt Gallery, Londra, U.K. “Focus Latin America: Art is Our Last Hope”, Phoenix Art Museum, Orientation Room, USA. “Tongue of Angels”, KunstEtagenPankow Gallery, Berlino, Germania. “Missing Link”, KunstRaum Ko, Berlino, Germania. “CAI 20”, a cura di Gianpaolo Coronas, MACA Museo di Arte Contemporanea, Anagni, FR. “Arte e Moda”, a cura di Federico Caloi, Arcadia Art Gallery, Milano. “L’Amazzonia deve vivere”, a cura di Ruggero Maggi, Museo Diotti, Casalmaggiore (CR). “Se mai torni a veder lo dolce piano”, Museo Borgogna, Vercelli.

ALTRE OPERE DI Alberto Sordi >

OPERE CORRELATE >