IL NOSTRO CUSTOMER SERVICE È ATTIVO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE 9 ALLE 13

La sicurezza di un intermediario

Vendi e acquista in tutta sicurezza con la garanzia dell’intermediazione di VendereQuadri Shop.

Vuoi saperne di più?

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle gallerie, gli artisti e sulle nuove opere in vendita.

Vaso di fiori

Artista: Dall'Impero al Decò

Dimensioni: 143x103 cm

Tecnica: Pastello su tela

Certificato di autenticità: Si

Cod. Opera: DALD003

2.400,00 €

Disponibilità: Disponibile

O

Chiedi informazioni ad un esperto

Spedizioni

La transazione avviene nella massima sicurezza del venditore e dell'acquirente, siamo noi a farci carico della conformità (provenienza, autenticità, stato di conservazione) dell'opera e ad occuparci della spedizione.

Descrizione

Dettagli

I fiori come soggetto a sè cominciano a comparire all’interno delle “nature morte”, genere che vede la luce agli inizi del XVII secolo. In seguito l’attenzione dei pittori per il mondo floreale, soprattutto con gli impressionisti, si fa sempre maggiore, in quanto occasione straordinaria per catturare vibrazioni cromatiche e luminose. Così i fiori cominciano a comparire non solo nei vasi, ma anche immersi nel loro paesaggio naturale. Se all’inizio della sua storia era un pretesto per i pittori per cimentarsi in una riproduzione fotografica della realtà, con l’arte contemporanea il soggetto dei fiori diventa anche un modo di interpretare la realtà. Il dipinto costituisce un esempio della tipica produzione del pittore di origine belga Jaak Van Den Seylbergh. E’ un pittore che rientra in un tipo di produzione squisitamente accademico, all’interno di una concezione in cui la resa naturalistica diventa talmente importante da sfiorare l’iperrealismo. Ciò dipende in buona parte anche dal contesto fiammingo, in cui è tradizione radicata l’interesse per la riproduzione fotografica di oggetti, fiori e frutta. La precisione consiste nel riprodurre la consistenza dei fiori e i primi sintomi di un processo di marcescenza, le superfici dei vasi, gli effetti della luce su di essi. Per arrivare a questo obiettivo l’artista usa una tecnica molto dinamica in cui, mantenendo la precisione formale non rifugge da effetti più pittorici di stesura veloce. Jaak Van Den Seylbergh è un pittore di origine Belga, vissuto tra il 1884 e 1960. La sua produzione verte sulle nature morte, in particolare sulle composizioni di fiori che interpreta con una notevole tecnica a pastello. Il suo linguaggio artistico è di impronta accademica e segue la tradizione fiamminga di una rappresentazione realistica e dettagliata della realtà.

ALTRE OPERE DI Dall'Impero al Decò >